Iperacusia pediatrica

Le attività di questo gruppo di ricerca si concentrano sullo studio dell'iperacusia nel bambino, con particolare attenzione alla diagnosi e all'associazione con altre condizioni patologiche neuropsichiatriche. 

L’iperacusia è un’intolleranza ai suoni quotidiani di intensità normale o moderata che provoca notevoli disturbi e danni alle attività sociali, professionali, ricreative e altre attività quotidiane. I pazienti con iperacusia percepiscono i suoni con intensità moderata ed elevata come intollerabilmente forti o addirittura dolorosi.

L'iperacusia nel bambino ha una prevalenza variabile tra il 4 e il 18% della popolazione. Molte sono le condizioni associate, tra cui spiccano la Sindrome di Williams e i disturbi dello spettro autistico.

Le attività del gruppo si sono concentrate sullo sviluppo di metodi per la diagnosi dell'iperacusia nel bambino, tramite questionari e osservazione del bambino e interviste ai genitori. Inoltre, è stata esplorata l'associazione tra il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e l'iperacusia, evidenziando una prevalenza di quest'ultima significativamente più alta nei bambini con ADHD. 

Responsabile del Gruppo

Massimo Ralli

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma